IMDPPB-logo-def
Scrivici
Cerca
Close this search box.

Storia di Giuseppe: il soccorritore dal cuore grande

Nel giorno in cui celebriamo gli eroici soccorritori dei Vigili del Fuoco, della Protezione Civile e della Croce Rossa, vogliamo raccontarvi una storia di altruismo quotidiano

Torniamo indietro al dramma di Amatrice. Era agosto quando il paese fu raso al suolo da un devastante sciame sismico. Come sempre, i soccorritori e i volontari furono i primi a intervenire. Molte vite furono salvate, ma tante altre, troppe, non ebbero scampo. Tra le vittime di quella notte c’era una coppia di Roma, Paola Rascelli e Fabrizio Trabalza. Della loro abitazione in via Rosei 4 non rimase che un accumulo di macerie. I soccorritori scavarono a mani nude, tentando il tutto per tutto, fino all’amaro epilogo. Non ci fu spazio per le lacrime né tempo per lo sconforto: si doveva correre verso la prossima vita da salvare.

Molti di noi, attoniti spettatori, potrebbero pensare che i soccorritori siano abituati a questi drammi, addestrati ad andare oltre senza battere ciglio. Eppure, qualche giorno fa, in un sito di necrologi funebri, sotto al ricordo di Paola e Fabrizio, un certo Giuseppe ha scritto un insolito messaggio. Chiedeva dove fossero stati sepolti i due coniugi, senza presentarsi né dare ulteriori spiegazioni. Un parente delle vittime ha educatamente indicato i luoghi di sepoltura. La risposta di Giuseppe è stata una di quelle che non ti aspetti: “Grazie per l’informazione. Un abbraccio alle due famiglie dal soccorritore che la notte del 24 si trovava a via Rosei 4 ad Amatrice.”

Sono passati mesi da quella notte maledetta. Mesi di nuove imprese, salvataggi ed emergenze. Eppure, Giuseppe non ha dimenticato Paola e Fabrizio. Non ha dimenticato quella coppia che non riuscì a salvare. In un attimo di pausa, ha voluto dare loro un ultimo saluto, intimo e profondo, quasi a chiedere scusa per non avercela fatta. Quel saluto che quella notte non poté dare.

Grazie, Giuseppe, chiunque tu sia, sei una Persona Perbene.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Altre notizie