IMDPPB-logo-def
Scrivici
Cerca
Close this search box.

Alberto Eterno

Il giovane atleta che ha rinunciato al suo posto per un compagno infortunato

Alberto Eterno, un ragazzo di 16 anni, è stato recentemente premiato alla 59ª edizione del premio “Fair Play” del Panathlon di Padova. La sua è una storia di gioco pulito e gesti straordinari che dimostrano come i valori dello sport possano andare oltre la competizione.

Alberto, atleta under 16 del Petrarca Rugby, ha partecipato alla finale degli 80 metri piani di atletica leggera nei campionati studenteschi della sua scuola. Classificandosi secondo, avrebbe dovuto partecipare alle fasi provinciali, ma ha deciso di cedere il suo posto al compagno di squadra Antonio Sattin. Antonio, nonostante un ottimo tempo nelle qualificazioni, si era classificato terzo a causa di un infortunio che gli aveva impedito di gareggiare al meglio delle sue capacità.

Il regolamento della gara non avrebbe permesso ad Antonio di accedere al turno successivo, nonostante il suo talento e il potenziale dimostrato. È qui che Alberto ha compiuto il suo gesto di grande lealtà: ha rinunciato al suo posto per permettere ad Antonio di gareggiare al posto suo.

Grazie a questa dimostrazione di Fair Play, Antonio non solo ha potuto partecipare, ma è anche diventato campione provinciale e successivamente regionale di velocità. La storia di questi due ragazzi è un esempio luminoso di lealtà sportiva, che viene raccontata con ammirazione e serve da modello per tutti.

La decisione di Alberto Eterno non è solo un gesto di amicizia, ma anche un potente messaggio su cosa significa veramente essere sportivi. In un mondo spesso dominato dalla competizione e dall’individualismo, Alberto ha ricordato a tutti che i valori umani e la solidarietà sono alla base del vero spirito sportivo.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Altre notizie