IMDPPB-logo-def
Scrivici
Cerca
Close this search box.

Carmelo Massimo Misiti

Carmelo Massimo Misiti, chirurgo ortopedico di Cosenza e membro del direttivo del Collegio Italiani Chirurghi, dedica la sua vita alla volontà di migliorare la salute e la formazione medica nei paesi in via di sviluppo

Carmelo Massimo Misiti è un chirurgo ortopedico di Cosenza, rinomato per la sua dedizione professionale e il suo impegno umanitario. Oltre ad essere membro del direttivo del Collegio Italiani Chirurghi e direttore scientifico della Società Italiana di Artroscopia, da quasi quindici anni è una colonna portante di un’associazione di volontariato attiva in Camerun, Eritrea, Tanzania e Sud America. Il suo lavoro gratuito si focalizza sulle patologie ortopediche, dalle deformità congenite alle malattie degenerative, con l’obiettivo di formare equipe mediche competenti in paesi che spesso mancano delle strutture ospedaliere di base.

Con sacrificio, passione e raro altruismo, Carmelo e altri volontari hanno realizzato diverse grandi imprese. In Eritrea, hanno creato un ospedale con reparti qualificati in ginecologia, chirurgia generale e altre specialità mediche. Oltre alla costruzione di strutture, l’associazione si occupa della formazione delle figure professionali locali, rendendo i chirurghi autonomi e capaci di sostenere il sistema sanitario a lungo termine.

Recentemente, Carmelo si è spostato in Camerun, dove, insieme al suo team, ha creato un’equipe chirurgica specializzata negli impianti di protesi d’anca e del ginocchio, composta interamente da medici camerunensi. Dove prima non c’erano macchinari, strumenti o competenze, Carmelo e i volontari hanno dato vita a una struttura che oggi accoglie oltre 350 bambini con deformità, portando speranza e migliorando la qualità della vita di molte persone.

La medicina in Calabria non è solo malasanità; esistono fulgidi esempi di etica e umanità che operano nell’ombra e nel silenzio. Carmelo Massimo Misiti è uno di questi esempi, dimostrando che la passione e l’altruismo possono superare i confini e fare una differenza significativa nelle vite di molti.

Grazie Carmelo, per il tuo straordinario impegno e per aver portato la speranza dove prima non c’era niente.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Altre notizie