IMDPPB-logo-def
Scrivici
Cerca
Close this search box.

Cristian Angiolin

La prontezza di riflessi che ha salvato una vita durante una cena

Cristian Angiolin, chef della Locanda Cipriani di Torcello, non immaginava che una normale serata a cena fuori con la famiglia si sarebbe trasformata in un atto di eroismo. Durante una cena alla Trattoria “Al Braciere” di Eraclea, un locale di un amico dove spesso si reca con i suoi cari, Cristian si è trovato a dover salvare una vita.

Tutto è iniziato con urla e panico: una cliente stava soffocando a causa di un pezzo di carne bloccato tra la gola e l’esofago. Senza esitare, Cristian è intervenuto praticando la manovra di Heimlich. La prima tentativa non ha avuto successo, ma lo chef non si è arreso. Ha iniziato una seconda manovra e, finalmente, esausto ma lucido, è riuscito a liberare le vie respiratorie della donna, salvandole la vita.

La donna, visibilmente scossa, è riuscita a tornare a casa sana e salva grazie all’intervento tempestivo di Cristian. Un gesto repentino e di grande coraggio ha impedito che la serata si trasformasse in tragedia. Nonostante l’eroismo dimostrato, Cristian tende a minimizzare l’accaduto, spostando l’attenzione sull’importanza di progetti come quello della sicurezza a tavola, di cui è promotore.

Una semplice distrazione può essere fatale, ma grazie alla presenza di Cristian, la donna ha avuto la fortuna di incontrare un vero angelo custode. Questo episodio ci ricorda l’importanza di essere preparati per affrontare emergenze e di come la prontezza di riflessi possa fare la differenza tra la vita e la morte.

La storia di Cristian Angiolin non solo fa riflettere, ma solleva anche un sospiro di sollievo, dimostrando che l’umanità e il coraggio possono prevalere nei momenti critici.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Altre notizie