IMDPPB-logo-def
Scrivici
Cerca
Close this search box.

Bruno Pizzul

La nuova stagione calcistica tra entusiasmo e nostalgia

Ieri, in Italia, l’attenzione si è concentrata su un evento che ha unito milioni di appassionati: il ritorno del campionato di calcio. Le discussioni estive tra amici e i pronostici di mercato hanno ceduto il passo al rituale più amato: le partite. Al fischio d’inizio, tutto è ripartito, con una rinnovata sensazione di novità ed eccitazione. Tuttavia, questa apparente freschezza nasconde un calcio profondamente cambiato.

Il calcio moderno è spesso definito dalle sue esagerazioni. Le vecchie bandiere sono scomparse, sostituite da giovani talenti sovrapagati. Le trattative di mercato sono diventate un balletto incessante, caratterizzato da vizi, sfarzi ed eccessi. La tecnologia ha invaso il campo con la moviola, mentre i diritti TV sono oggetto di battaglie serrate, e i cronisti utilizzano uno slang ridondante. Questo calcio “evoluto” si nutre delle nostre sproporzioni e a volte della nostra arroganza, riflettendo una società che sembra aver perso parte della sua innocenza.

Un tempo, il calcio era diverso, un ricordo nostalgico spesso evocato da una figura emblematica: Bruno Pizzul, storico telecronista Rai delle partite della nazionale dal 1986 al 2002. Con la sua voce pacata e mai fuori luogo, Pizzul incarnava un calcio semplice e genuino, amato da tutti. Le sue telecronache ci trasportavano in un’epoca in cui lo sport era più puro e meno contaminato dalle dinamiche attuali.

Pizzul stesso ha espresso il suo disappunto per l’evoluzione del calcio, osservando come questo sport abbia perso molta della sua valenza originaria, contaminato da fattori negativi estranei al gioco. Ha parlato di un calcio che ha smarrito la capacità di sorridere, diventando più duro e riflettendo le brutture della società contemporanea. Nonostante ciò, Pizzul invita a non arrendersi all’idea che queste negatività siano ineluttabili, sottolineando la necessità di un impegno collettivo per restituire al calcio i suoi valori perduti.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Altre notizie