IMDPPB-logo-def
Scrivici
Cerca
Close this search box.

Silvana Benigno

Silvana Benigno, 48 anni, residente a San Giustino in Umbria, insieme al marito Fabrizio e alla figlia di 17 anni, ha trasformato la sua esperienza con il cancro in un messaggio di speranza e solidarietà. Da due anni, Silvana combatte contro un tumore, una sfida che ha affrontato con determinazione e coraggio, diventando un simbolo di resilienza per molti

Dopo l’impatto iniziale della diagnosi, Silvana ha deciso di non arrendersi. Ha trovato forza e determinazione trasformandosi in una guerriera, un esempio per chiunque affronti situazioni simili. Il suo impegno nella raccolta fondi per la ricerca contro il cancro è diventato un pilastro della sua battaglia, e ha portato alla creazione di un progetto speciale: un calendario intitolato “Alla faccia del cancro”.

Questo calendario è composto da 12 fotografie, ciascuna rappresentante un momento significativo del suo percorso verso la guarigione. Ogni immagine racconta non solo le difficoltà, ma anche i momenti di gioia e la vicinanza delle persone care. L’obiettivo di Silvana è mostrare il lato positivo della battaglia contro il cancro, sottolineando l’importanza di mantenere il sorriso e di non perdere mai la speranza.

Silvana è consapevole che la fiducia e la speranza devono essere sostenute da un sistema sanitario efficiente. Il ricavato del calendario sarà devoluto all’Istituto Europeo Oncologico di Milano, un gesto che sottolinea il suo impegno nel supportare la ricerca e nel migliorare le cure per i pazienti oncologici.

L’iniziativa di Silvana non è solo un modo per raccogliere fondi, ma anche un potente messaggio di solidarietà. Il suo progetto è un invito a non arrendersi mai, a combattere con tutte le forze e a trovare conforto nella comunità e negli affetti. Il suo esempio è una fonte di ispirazione, mostrando che la forza di uno può diventare la forza di tutti.

Silvana merita un ringraziamento speciale non solo per aver creato una significativa campagna di solidarietà, ma soprattutto per aver condiviso la sua storia e il suo coraggio con il mondo. La sua esperienza diventa così un faro di speranza per tutti coloro che stanno affrontando una simile battaglia.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Altre notizie