IMDPPB-logo-def
Scrivici
Cerca
Close this search box.

Carmine Molisse e Antonio De Feo

La storia di Carmine Molisse e Antonio De Feo è quella di due amici e altruisti che hanno perso la vita nel tentativo di aiutare il prossimo, rendendo la loro morte ingiusta e dolorosa, ma la loro vita ancora più preziosa

Carmine Molisse, 52 anni, era un dipendente comunale a Serino, conosciuto e benvoluto da tutti. Recentemente diventato nonno, ogni mattina guidava il bus che portava i bambini del paese a scuola. Antonio De Feo, 64 anni, aveva gestito una macelleria a San Michele di Serino per 35 anni, guadagnandosi l’affetto e il rispetto della comunità. I due amici condividevano molte passioni, tra cui le passeggiate nei boschi, la ricerca di funghi e la caccia.

Era una calda domenica mattina d’autunno quando Carmine e Antonio decisero di trascorrere una giornata tra i boschi del Monte Terminio. Con loro c’era anche Giandomenico, il figlio di Antonio. Partiti presto da Serino, mentre percorrevano il viadotto della Statale Ofantina bis, prima dello svincolo per Montemarano (Avellino), notarono un’auto in panne.

Mossi da grande altruismo, accostarono per offrire il loro aiuto. Scendendo dal loro veicolo, furono travolti da un’auto ad alta velocità che sopraggiungeva nella stessa direzione. L’impatto fu devastante e i due amici vennero sbalzati giù dal viadotto, perdendo la vita sul colpo. La tragedia ha sconvolto la comunità locale, che li conosceva e li apprezzava per la loro generosità e il loro spirito di servizio.

Il gesto altruistico di Carmine e Antonio li distingue da tanti altri che, quella mattina, passarono oltre senza fermarsi. La loro disponibilità a soccorrere il prossimo, anche a costo della propria vita, sottolinea l’ingiustizia della loro perdita. La loro morte non è solo una tragedia personale per le famiglie e gli amici, ma una perdita per l’intera comunità che ha perso due esempi di bontà e dedizione.

Carmine e Antonio sono eroi quotidiani, il cui sacrificio non sarà dimenticato. Il loro ricordo vivrà nella memoria di chi li ha conosciuti e nel valore del loro gesto altruistico. La loro storia è un potente richiamo all’importanza dell’altruismo e del servizio verso gli altri, dimostrando che, anche nei momenti più oscuri, la bontà umana può brillare.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Altre notizie