IMDPPB-logo-def
Scrivici
Cerca
Close this search box.

Antonio D’Acci

Antonio, macchinista di 61 anni di Foggia, ha messo in salvo 87 passeggeri prima di perdere la vita per un infarto.

Antonio D'Acci

In una giornata che sembrava come tutte le altre, Antonio, macchinista di 61 anni originario di Foggia e residente a Termoli, stava conducendo il treno regionale 4193 da Pescara a Sulmona. Improvvisamente, ha iniziato a sentirsi male, ma il suo primo pensiero è andato alla sicurezza dei passeggeri a bordo. Nonostante il malore, ha trovato la forza di portare il treno in una zona sicura, salvando la vita di 87 persone.

Era un giorno apparentemente ordinario per Antonio, ma quel viaggio si è trasformato in un momento drammatico quando ha iniziato a non sentirsi bene. La gravità del malore era evidente, ma Antonio non ha perso la lucidità. Fermare il treno immediatamente avrebbe potuto avere conseguenze tragiche per i passeggeri. Così, con un coraggio straordinario, ha deciso di continuare a guidare fino a raggiungere una sosta sicura.

Il treno è arrivato all’Interporto di Manoppello, in provincia di Pescara, dove è stato possibile fermarsi senza rischi per i passeggeri. Una volta fermo il convoglio, è scattato l’allarme e i soccorsi sono stati immediatamente attivati. Sul posto sono arrivati vigili del fuoco e operatori sanitari, pronti a prestare soccorso.

Purtroppo, nonostante i rapidi interventi dei soccorritori, per Antonio non c’è stato nulla da fare. Gli sforzi disperati per rianimarlo sono risultati vani. L’infarto che lo aveva colpito mentre era alla guida del treno si è rivelato fatale. Tuttavia, il suo ultimo atto di altruismo ha lasciato un segno indelebile nella memoria di tutti.

La notizia del gesto eroico di Antonio ha commosso profondamente la comunità. La sua dedizione e il suo senso del dovere sono stati esemplari. Ha messo la sicurezza dei passeggeri al di sopra della sua vita, dimostrando un coraggio e un altruismo straordinari.

Antonio è stato ricordato con affetto e gratitudine da tutti coloro che sono stati toccati dalla sua storia. I colleghi, i passeggeri e la comunità intera si sono stretti attorno alla sua famiglia in questo momento di dolore. Il suo sacrificio non sarà dimenticato.

Grazie, Antonio, per il tuo ultimo, incredibile atto di eroismo. Fa buon viaggio.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Altre notizie